Mercoledì 12 Dicembre 2018

Le interviste

'Figlia d'arte', militando sin da bambina nel coro Laudate Dominum diretto da mamma Rosa, Daniela Peroni è un volto noto della Romagna musicale, splendida voce in grado di spaziare tra tanti generi diversi (pop, soul, jazz, r&b solo per citarne alcuni) e impegnata in numerose attività che la vedono alternarsi in ruoli differenti, tutti accomunati da un filo conduttore: la grande gioia che esprime attraverso la sua arte. Dal sacro al profano, la romagnola, molto attiva dal vivo e in studio, affronta ora una nuova sfida con la corale Voices of Joy grazie alla pubblicazione di "Vibration - Voices and strings", album gospel accompagnato dagli archi. 

Politica. Parla Paglia (Sinistra Italiana): noi non saremo i satelliti del Pd

Mercoledì 21 Novembre 2018
Giovanni Paglia

Se Articolo 1 MDP è pronta a confrontarsi e a collaborare con il Pd nei vari comuni - a certe condizioni - per garantire che le amministrazioni rosse restino tali, pur rinnovandosi, anche dopo il voto di maggio 2019, Sinistra Italiana è orientata ad andare per conto proprio e a non fare accordi con i piddini. D'altra parte SEL poi Sinistra Italiana cinque anni fa aveva fatto accordi nei comuni più importanti in cui si vota a maggio - Lugo, Cervia e Bagnacavallo - col Pd, ma poi via via per ragioni diverse è uscita dalle maggioranze e ha abbandonato il Pd al suo destino. Difficile pensare che oggi Sinistra Italiana torni sui suoi passi. Come conferma Giovanni Paglia.

Politica. Parla Fusignani (Pri): in campo nei comuni come laici, alternativi a nazionalismo leghista

Venerdì 16 Novembre 2018
Eugenio Fusignani

"Presenteremo liste dell’Edera dove è possibile. Oppure saremo in alleanze civiche dove però le nostre ragioni non siano disperse e dove sia ben chiara l’identità laica, democratica e repubblicana di queste liste"

In vista delle prossime elezioni amministrative che interessano 14 dei 18 comuni della provincia, con esiti mai in bilico come questa volta, si vanno via via definendo le alleanze. Sul fronte centro destra tiene l'asse Lega - Forza Italia - Fratelli d'Italia. Nel centro sinistra si assiste a un riavvicinamento fra Pd e Art. 1 MDP, possibilisti sembrano verdi e socialisti, mentre più distante è la sinistra più radicale: Sinistra Italiana, Potere al popolo, Rifondazione Comunista, Possibile. Il M5S resta un'incognita difficile da decifrare, anche perchè spesso non si sa letteralmente con chi parlare per ottenere le informazioni da offrire ai lettori. E poi c'è il più antico partito italiano, il Pri, che qui in alcune realtà ha ancora un certo radicamento. 

{data:spazio_pubblicitario}

Politica. Parla Ortolani (Art. 1 MDP): nei comuni, protagonismo dei cittadini per cambiare sinistra

Giovedì 15 Novembre 2018
Luca Ortolani (a destra) con il Sindaco di Brisighella Davide Missiroli

Mentre a livello nazionale si decreta in modo definitivo la fine dell'esperienza di Liberi e Uguali con Sinistra Italiana che va da una parte e Articolo 1 MDP che va dall'altra (Possibile aveva già da tempo preso la sua strada), sul piano locale si cerca di tessere la tela di nuovi rapporti a sinistra. Ma è un filo sempre sul punto di spezzarsi. Almeno fra le varie anime inquiete della sinistra a sinistra del Pd. Fra Articolo 1 MDP e Partito Democratico invece ci sono diversi punti di convergenza ed emerge una certa volontà di collaborazione in vista delle prossime elezioni amministrative, per il buon governo dei comuni e non far vincere la destra. Come conferma il segretario provinciale del movimento Luca Ortolani.

Politica. Parla Barattoni (Pd): nei comuni puntiamo sul protagonismo dei cittadini e sul civismo

Sabato 10 Novembre 2018
Alessandro Barattoni

"Noi puntiamo a realizzare in ogni comune coalizioni larghe che comprendano partiti nazionali, formazioni locali e anche esperienze civiche di gruppi o singoli cittadini, cioè quanti capiscono che non è tempo di restare a guardare sul divano di casa quello che succede”

Il Pd ravennate si sta preparando alla campagna elettorale più difficile della sua storia: quella delle amministrative della fine di maggio 2019, quando andranno al voto i cittadini di 14 comuni. La posta in gioco è altissima: una dopo l'altra rischiano di cadere sotto l'assalto del centro destra e della Lega trionfante tutte le amministrazioni locali, in alcuni casi "rosse" da sempre. Nessuna roccaforte è più sicura. Alessandro Barattoni segretario provinciale del Pd lo sa, per questo sta lavorando a una campagna elettorale innovativa e aperta. Coinvolgere i cittadini e le esperienze civiche: è questa la mossa che spera vincente per il centro sinistra.

Politica. Parla Gardin: la Lega si prepara alle elezioni del 2019, tutti i comuni sono nel mirino

Venerdì 9 Novembre 2018
Samantha Gardin

La Lega si pone l'obiettivo di trascinare tutto il centro destra e forze civiche alleate alla vittoria in tutti i comuni

A fine maggio 2019 si vota per il rinnovo delle amministrazioni locali in provincia di Ravenna. Al voto andranno i cittadini di 14 comuni su 18 per rieleggere sindaci e consigli comunali. Solo i comuni di Ravenna, Faenza, Riolo Terme e Bagnara sono esentati dal voto amministrativo. Tutti in ogni caso voteranno negli stessi giorni per il rinnovo del Parlamento Europeo. La Lega è pronta a "dare l'assalto" a tutti i comuni, nessuno escluso. Come ha fatto emergere il voto del 4 marzo e con il vento che sta spirando oggi sull'Italia, Samantha Gardin segretaria provinciale del Carroccio è fiduciosa che questa sia la volta buona per far crollare le roccaforti rosse nel ravennate. La Lega si pone l'obiettivo di trascinare tutto il centro destra e forze civiche alleate alla vittoria.

{data:spazio_pubblicitario}

A tu per tu con Nevio Ronconi, mister GiovinBacco, che domani taglia il nastro della XVI edizione

Giovedì 25 Ottobre 2018
Nevio Ronconi

Domani - venerdì 26 ottobre - si apre l'edizione 2018 di GiovinBacco - Sangiovese in Festa a Ravenna. La manifestazione rappresenta una punta di eccellenza dell'offerta enogastronomica di Ravenna che per tre giorni si trasforma in capitale del buon vino e del buon cibo di Romagna. L'anfitrione di questa grande kermesse è Nevio Ronconi, 62 anni, pubblicitario, organizzatore di eventi, Presidente di Tuttifrutti e responsabile di Federpubblicità nazionale. Non solo, per hobby ama cucinare ed è un appassionato gastronomo. Di lui si ricorda una presenza anche alla trasmissione di Davide Mengacci Ricette all'Italiana dove difendeva i colori di Ravenna. A GiovinBacco si potrebbe dire che Ronconi è "casa e bottega".

Cultura. Alfio Longo e quel sottile filo rosso che lega Ravenna, Dante e i suoi 1.350 titoli

Giovedì 11 Ottobre 2018
Alfio Longo

Intervista allo storico editore ravennate che ci parla di sé, del poeta, della città e della politica - E invita a fare squadra per le celebrazioni di Dante 2021: "credo sia giusto che i ravennati tirino la carretta tutti dalla stessa parte"

Alfio Longo, classe 1941, nato ad Addis Abeba, per vezzo si autodefinisce una sorta di extracomunitario ante litteram. Dall'età di 24 anni fa l'editore, dapprima insieme al padre Angelo, fondatore della casa editrice, poi continuando da solo l'avventura della carta stampata. Oggi ha 77 anni e ha nel carniere la bellezza di 57 collane, 2 riviste e 1.350 titoli pubblicati. Con lui si parla di Dante, perchè il suo primo libro aveva a che fare con il poeta esule e poi, per tutta la vita, non ha fatto altro che pubblicare opere intorno a Dante.

Storie. Andrea, Gerardo e Marcello, tre triatleti ravennati alla conquista di Ironman Cervia

Giovedì 20 Settembre 2018
Da sin. Marcello Carattini, Gerardo Langone e Andrea Casadei

Si chiamano Andrea Casadei, Marcello Carattini e Gerardo Langone i tre “uomini d’acciaio” ravennati, che sabato 22 settembre saranno a Cervia, ai nastri di partenza dell’Ironman, pronti a mettercela tutta per portare a casa il miglior risultato possibile, in una sfida estrema che, prima che con gli altri atleti in gara è soprattutto con se stessi e con i propri limiti.

{data:spazio_pubblicitario}

Dante 2021. Domenico De Martino ci parla dell'amico Dante, un gigante di "virtute e canoscenza"

Sabato 8 Settembre 2018
Domenico De Martino presso i Chiostri Francescani

De Martino, fiorentino, è Direttore artistico di Dante2021, il festival che si tiene a Ravenna dal 12 al 16 settembre

Domenico De Martino, fiorentino, è Direttore artistico di Dante2021 a Ravenna e Docente incaricato di Filologia dantesca all’Università di Udine dal 2010. Dante 2021 è promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna con la direzione scientifica all’Accademia della Crusca, con la quale pure De Martino ha collaborato, ma ci tiene a precisare che lui non parla a nome della Crusca e non vuole essere tirato in ballo in questo senso. “Sono Domenico De Martino e dirigo questo Festival. Punto.” Una puntualizzazione che registriamo. Siamo seduti nei bei Chiostri Francescani restaurati qualche anno fa dalla Cassa, a due passi dalla Tomba. È una bella giornata di sole e fuori dal sacello ci sono tanti visitatori. Lui parla di Dante, si appassiona, s’infervora e proprio non riesce a trovare “difetti” imperdonabili a questo gigante della cultura mondiale. 

Raul Gardini. Era un raider, fu travolto da poteri più forti di lui. Ravenna vada oltre il rimpianto

Giovedì 19 Luglio 2018
Raul Gardini con la bandiera del suo Moro di Venezia (foto Il Giornale)

Intervista allo storico Andrea Baravelli sulla vicenda e sulla figura di Raul Gardini in rapporto a Ravenna, a 25 anni dalla morte

Sono trascorsi venticinque anni dalla morte di Raul Gardini, ma il mito di questo imprenditore che ha posto fine ai suoi giorni nello stesso giorno del patrono della sua città, il 23 luglio 1993, a Ravenna è ancora intatto. Per chi l’ha conosciuto ma anche per molti che hanno semplicemente seguito le sue vicende da lontano, Raul Gardini è stato un imprenditore di successo, pieno d’intuizioni, oltre che un personaggio che ha dato lustro alla città. 

Politica. Ortolani (Art. 1 MDP): Liberi e Uguali sarà il nuovo partito della sinistra entro il 2018

Mercoledì 18 Luglio 2018
Luca Ortolani

Intervista a Luca Ortolani coordinatore provinciale di Articolo Uno dopo l'assemblea di lunedì 16 luglio

Articolo 1 MDP Ravenna ha deciso che darà vita al nuovo partito Liberi e Uguali. Con chi ci sta. Questa la decisione presa nell'Assemblea di Articolo Uno che si è tenuta al Cube di Ravenna lunedì 16 luglio. Liberi e Uguali non sarà più solo una lista elettorale come per l'appuntamento del 4 marzo scorso (l'esito nelle urne non fu per nulla esaltante) ma una forza politica autonoma. Il suo congresso costitutivo si terrà in autunno e comunque entro la fine del 2018.

{data:spazio_pubblicitario}

Politica. Michele de Pascale: bisogna fare subito congresso del Pd per cambiare, è da folli rinviare

Martedì 26 Giugno 2018
Michele de Pascale

Dedica il 95% del suo tempo a fare il Sindaco. Ma nel restante 5% del tempo, Michele de Pascale - che resta un dirigente del PD - lo passa forse a scervellarsi sul come fare uscire il suo partito dalle secche della crisi attuale. E la batosta di domenica scorsa nei ballottaggi non poteva essere delle peggiori.

Politica. Davide Ranalli: voglio unire il centrosinistra per Lugo e per una politica che resti umana

Venerdì 15 Giugno 2018
Davide Ranalli

Intervista al Sindaco di Lugo a dieci mesi dal voto amministrativo della prossima primavera

Davide Ranalli, 33 anni, PD, dal 2014 è Sindaco di Lugo. In occasione delle elezioni di 4 anni fa, alla guida di una coalizione di centrosinistra uscì vincitore dal ballottaggio dell'8 giugno contro il civico Silvano Verlicchi. Vinse in modo netto con il 59,72% dei voti. Ma per la prima volta, se la dovette sudare la vittoria nella rossa Lugo. E fra un anno? Le elezioni del 4 marzo consegnano una Romagna sempre meno rossa e un PD in crisi, con margini sugli altri partiti sempre più risicati. Anzi, in alcune realtà il M5S è già il primo partito. E il centrodestra la prima coalizione. 

Politica. Al mercato, per conoscere il parere dei ravennati sul nuovo governo giallo-verde

Giovedì 14 Giugno 2018

LE VIDEO INTERVISTE

Cosa pensano i cittadini del nuovo governo giallo-verde? Lo abbiamo chiesto ieri - mercoledì 13 giugno - in Piazza Sighinolfi ai frequentatori del mercato di Ravenna e ad alcuni ambulanti, a dieci giorni dall’insediamento dell’esecutivo di Giuseppe Conte. Molti attendono di vedere i fatti e mostrano fiducia. Diversi sono scettici e non si aspettano nulla di particolare. 

{data:spazio_pubblicitario}

Politica. Gardin (Lega): Salvini l'uomo forte che cambierà l'Italia. La Lega farà verde la Romagna

Mercoledì 13 Giugno 2018
Samantha Gardin

Intervista alla segretaria provinciale del Carroccio sui primi passi del governo giallo-verde

Nella vita è commercialista. In politica è leghista. Segretaria provinciale del Carroccio e capogruppo in Consiglio comunale a Ravenna. Alle ultime elezioni è stata candidata per il Parlamento e non è arrivata poi così lontana dal traguardo del seggio, a un'incollatura dal suo rivale del PD Alberto Pagani. Samantha Gardin, 37 anni, sposata, due figli, nata in una famiglia rossa, convertita ben presto alla Padania verde, ora vede avvicinarsi la possibilità - da lei a lungo accarezzata - di abbattere il potere della sinistra, costruito da queste parti subito dopo il secondo conflitto mondiale e quasi mai seriamente scalfito. 

Politica. Giovanni Malpezzi: a Faenza stiamo facendo bene, ma restano ancora due anni di duro lavoro

Martedì 29 Maggio 2018
Giovanni Malpezzi

Intervista-bilancio sui primi otto anni alla guida di Faenza e sugli impegni dei prossimi 24 mesi - Per Malpezzi non è ancora il tempo per cercare il cavallo vincente del centrosinistra del Palio 2020

Giovanni Malpezzi è dal 2010 Sindaco di Faenza. Iscritto al PD da qualche anno, guida una coalizione di centrosinistra a trazione PD. Nel 2010 fu eletto con 18.400 voti e il 54% dei consensi al primo turno. Nel 2015 finì invece al ballottaggio contro il candidato della Lega Gabriele Padovani e fu un testa a testa mozzafiato nella notte dello scrutinio. Poi prevalse Malpezzi con il 51,86% dei voti. Fra due anni Malpezzi passerà il testimone. A chi non si sa, perchè il centrosinistra non ha ancora cominciato a discutere sul cavallo vincente del Palio. E, soprattutto, perchè la situazione politica è sempre più complicata e la vittoria di uno schieramento sull'altro tutt'altro che scontata.

Politica. Barattoni (Pd): difendiamo Mattarella e le istituzioni democratiche da attacchi scomposti

Lunedì 28 Maggio 2018
Alessandro Barattoni

Alessandro Barattoni segretario provinciale del PD ha idee del tutto opposte a quelle di Jacopo Morrone (Lega) sulla vicenda politica degli ultimi giorni e sul naufragio del governo giallo-verde. Per Barattoni, la rottura sul caso Savona è il pretesto che la Lega e i Cinque Stelle andavano cercando per non misurarsi veramente con la prova del governo e per cercare piuttosto di lucrare nuovi consensi elettorali, presentandosi come vittime di una specie di complotto dei poteri forti, di Mattarella, dell'Europa, della Germania e chi più ne ha più ne metta.

{data:spazio_pubblicitario}

Politica. Morrone (Lega): deluso da Mattarella, no a governi tecnici, ora si torni subito a votare

Lunedì 28 Maggio 2018
Jacopo Morrone (a sinistra)

Jacopo Morrone deputato romagnolo di peso, appena eletto, è molto deluso dalla piega presa dagli eventi politici nazionali e dal tramonto del governo giallo-verde. Mesi di lavoro andati in fumo e con quel fumo sono finite bruciate anche le speranze di dare un governo del cambiamento al Paese. Così dice Morrone, che si sente in qualche modo tradito dalle scelte del Presidente Mattarella.

Ravenna Festival. Cristina Mazzavillani Muti e quel quarto figlio cresciuto con amore... in squadra

Giovedì 24 Maggio 2018
Cristina Mazzavillani Muti

Intervista alla donna che ha creato e reso grande il Ravenna Festival, con un sapiente lavoro di gruppo e con tenace spirito romagnolo

Incontro Cristina Mazzavillani Muti, la signora del Ravenna Festival, poco prima del suo impegno quotidiano per le audizioni dei giovani creativi al Teatro Alighieri. Ha una leggera raucedine e, soprattutto, una nuance blu elettrico nei capelli, che cattura l’attenzione. Parliamo della sua creatura, che ormai coltiva e cresce con amore quasi filiale da tre decenni. Quest’anno siamo all’edizione numero 29, con un titolo globale We Have a Dream declinato anche in chiave romagnola A j ò fat un sogn

Lavoro. GdF: pubblicato il bando di concorso per il reclutamento di 380 allievi finanzieri

Martedì 22 Maggio 2018
Foto presente sul bando della GdF

La domanda di partecipazione al concorso, da presentare entro le ore 12.00 del 15 giugno 2018, dovrà essere compilata esclusivamente mediante la procedura telematica disponibile sul portale

Sulla Gazzetta Ufficiale - IV Serie Speciale n. 38 del 15 maggio 2018 - è stato pubblicato il bando di concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di 380 allievi finanzieri (335 del contingente ordinario e 45 del contingente di mare).

{data:spazio_pubblicitario}

Economia. Federico Marchetti: un po' americano, un po' romagnolo. Business globale, cuore ravennate

Lunedì 21 Maggio 2018
Federico Marchetti

Intervista all'imprenditore di Ravenna, fondatore di Yoox, festeggiato ieri dal Circolo Ravennate e dei Forestieri

Benvenuto Federico il Grande. Quando arrivo domenica pomeriggio al Circolo Ravennate e dei Forestieri trovo questa scritta un po' dappertutto. È il modo giocoso e affettuoso insieme con cui il sodalizio e il suo Presidente Beppe Rossi accolgono un amico e socio del circolo, nonchè ravennate illustre, al pari di altri soci del passato e del presente - così dice Rossi nelle presentazioni - uomini come Serafino Ferruzzi e Raul Gardini, come Riccardo Muti e Antonio Patuelli. Federico il Grande, paragonato a Federico di Prussia, è Federico Marchetti fondatore di Yoox e imprenditore di grande successo. 

Cultura. Marco Martinelli, una vita con Ermanna e con il teatro, vampiro che si nutre del mondo

Giovedì 10 Maggio 2018
Marco Martinelli (foto tratta da Left)

Intervista al drammaturgo delle Albe che si sente ancora corsaro. Parla del rapporto con Ermanna, Ravenna, il potere, Dante e della prova del fuoco con la rappresentazione della Divina Commedia

Dovevano essere in due all’incontro per quest'intervista, invece se ne presenta uno solo, per sopravvenuti impegni. Decido che l’intervista si sviluppa comunque come se l’altra fosse presente. Del resto, loro due sono quasi una cosa sola dall’età di 21 anni, quando si sono “presi” e “consacrati” l’uno all’altra. Oltre che al teatro. Fu quella volta in cui, dopo un furibondo litigio, lei se ne andò arrabbiatissima e lui la inseguì. Sì, fu lui a inseguirla. E lei, raggiunta, si fermò e acconsentì. Da allora Marco Martinelli e Ermanna Montanari non si sono più lasciati. 

Politica. Michele de Pascale dà la scossa al PD: nuovo progetto e nuovo gruppo dirigente o si muore

Giovedì 19 Aprile 2018
Michele de Pascale

"Dopo aver perso malamente le elezioni, chi ha guidato il PD deve farsi da parte e dobbiamo aprire una fase completamente nuova. Altrimenti il progetto del PD rischia di fallire. Ma Renzi non lo sta facendo ed è un grave errore"

Michele de Pascale non è stato un renziano della prima ora e se lo è diventato in un secondo tempo, lo si deve alla forza delle cose e alla forza d'inerzia, perchè dopo il 40% delle europee non si poteva non essere renziani nel PD. Ma quel vento è passato presto. Dopo sono venute solo sconfitte. Fino al voto del 4 marzo e al rischio dell'implosione del progetto del PD. È questo che teme oggi il Sindaco di Ravenna. A più riprese nelle risposte usa il termine "tragico". Le parole tradiscono uno stato d'animo che volge al pessimismo e fotografano il vicolo cieco in cui si è cacciato lo stato maggiore del PD nazionale.

{data:spazio_pubblicitario}

Cultura. Andrea Rivola, grande mano e testa dura, ma ora i suoi disegni sono sul Corriere della Sera

Mercoledì 18 Aprile 2018
Andrea Rivola accanto ad un suo lavoro che interpreta la divinità egizia Ra

Intervista al disegnatore e illustratore di Riolo Terme

È un talento naturale, quello che fin da bambino ha guidato la mano di Andrea Rivola, disegnatore e illustratore di fama. Lui segue tutti gli studi che lo indirizzano verso l'arte: liceo artistico, corso di formazione professionale fino ad arrivare al Dams dove consegue la laurea. Da lì in poi un percorso artistico porta Andrea a specializzarsi nell'editoria per ragazzi. Oggi ha al suo attivo collaborazioni con testate giornalistiche nazionali ed internazionali, in Italia le sue illustrazioni sono pubblicate dal Corriere della Sera. 

Cultura. L'andante Alex Majoli torna a Ravenna e porta con sé la sua fotografia in forma di tragedia

Venerdì 13 Aprile 2018
Alex Majoli

Intervista al grande fotografo nato a Ravenna 46 anni fa e partito giovanissimo alla conquista del mondo

Per Alex Majoli Ravenna oggi è un luogo geografico che si trova cento chilometri a sud di Venezia. È andato via giovanissimo da questa città, troppo chiacchierona e provinciale: gli andava decisamente stretta. Lui cercava l’avventura, voleva vivere il mondo, sentire e fotografare l’umanità dolente che lo popola. E che ci faceva a Ravenna? Infatti, dopo ha peregrinato, viaggiato, fotografato e vissuto. E forse non ha più pensato a quel luogo, cento chilometri sotto Venezia. Eppure, quando Ravenna l’ha chiamato per celebrare finalmente lui e la sua arte - dopo aver immortalato le tragedie del mondo - lui ha risposto. 

Cultura. A tu per tu con Eraldo Baldini su peste, epidemie, guerre e altre paure antiche e moderne

Mercoledì 11 Aprile 2018
Eraldo Baldini con il suo ultimo lavoro

Eraldo Baldini, 65 anni, nato a San Pancrazio di Russi, saggista e romanziere, creatore del genere Gotico Rurale che poi è anche una raccolta di suoi racconti, autore di tanti lavori di successo, vincitore di premi e riconoscimenti, con la sua ultima fatica – “Il fango, la fame, la peste” scritto a quattro mani con Aurora Bedeschi e pubblicato dalla Società Editrice Il Ponte Vecchio - è tornato al primo amore, ovvero agli studi storico-etnografici. 

{data:spazio_pubblicitario}

La crisi della sinistra / 5. Paola Patuelli, tsunami prevedibile ma questa politica è senza visione

Venerdì 23 Marzo 2018
Maria Paola Patuelli

"C’è grande confusione sotto il cielo... c’è una sinistra che ha fatto scelte politiche di destra. Movimenti o partiti di destra urlano slogan che un tempo potevano sembrare di sinistra" dice Patuelli

Maria Paola Patuelli ha vissuto tante vite. È stata dirigente del PCI e Assessore alla Cultura del Comune di Ravenna in tempi lontani di vivaci dibattiti intellettuali sui rapporti fra cultura e potere e fra intellettuali, partito e popolo. È stata insegnante appassionata e rigorosa di stuoli di giovani. E negli ultimi 15 anni - dopo essere uscita dalla poltica attiva di partito - si è spesa con dedizione e con forza a diffondere e a difendere con le parole e con le opere la causa della Costituzione Italiana. 

La crisi della sinistra / 4. Claudio Casadio: la sinistra scenda dal pero e governi con il M5S

Giovedì 22 Marzo 2018
Claudio Casadio sul palcoscenico de "Il mondo non mi deve nulla" con Pamela Villoresi

Per Casadio la sinistra è stata distante dai più deboli e vicina ai più forti. Poi si è presentata divisa. Con alcune persone non all'altezza. "E c'erano poche donne, dov'erano le donne?"

Claudio Casadio mi viene a trovare in uno scampolo di tempo, di ritorno da Roma e in partenza per Catania, dove porta il suo spettacolo "Il mondo non mi deve nulla" nel quale interpreta un ladro povero diavolo alle prese con una prostituta (Pamela Villoresi) che vuole farla finita. Due vite borderline. Uno spaccato molto "teatrale" e se vogliamo esagerato dell'Italia ai margini, che arranca, proprio quella che il 4 marzo ha fatto sentire la sua voce nelle urne, provocando il terremoto sotto gli occhi di tutti.

La crisi della sinistra / 3. Franco Masotti: è successo un patatrac, ma non arrivano i barbari

Mercoledì 21 Marzo 2018
Franco Masotti (foto Andrea Rambelli - all'interno foto tratte dal suo profilo Facebook)

Per Masotti il voto a sinistra è stato un voto di conservazione, quello per i Cinque Stelle di cambiamento - A sinistra c'è poco pensiero e poco progetto e dice "mi dà fastidio chi attacca i Cinque Stelle perché non sanno usare i congiuntivi"

Si arriva all’ufficio di Franco Masotti, Direttore Artistico di Ravenna Festival, per una scala stretta stretta. Quasi come la via che sta davanti alla politica italiana alle prese con la costituzione del nuovo governo, dopo il terremoto del 4 marzo. Masotti è un intellettuale schivo e discreto, perfino timido, e questa intervista sulla crisi della sinistra la vive un po’ come un "animale politico" che per la prima volta si avventura alla scoperta di un territorio inesplorato.

Meteo Lugo

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it