Martedì 23 Aprile 2019

Elezioni comunali 2019. Presentato il percorso condiviso del PD della Bassa Romagna

Sabato 6 Aprile 2019 - Bassa Romagna
Una foto della presentazione con il consigliere regionale Mirco Bagnari, il coordinatore Pd Bassa Romagna Matteo Fantuzzi, i segretari comunali Pd Bassa Romagna e i rappresentanti dei comitati elettorali

Agroalimentare, salute, rifiuti, cultura, sicurezza: molte sono le tematiche su cui in questi mesi il partito si è soffermato

E' stato presentato il percorso condiviso del PD della Bassa Romagna in vista delle prossime elezioni amministrative: il Partito Democraticovuole infatti “condividere un orientamento comune sui temi fondamentali attorno ai quali costruire la proposta politica dei candidati sindaci della Bassa Romagna”.

 

"Questo percorso - dichiarano dal Coordinamento Pd Bassa Romagna - è stato condiviso con tutte le direzioni dei circoli del territorio in un'ottica di comune impegno per il bene e lo sviluppo delle nostre terre. Il punto di partenza dal quale si è partiti è il Patto per lo sviluppo economico e sociale della Bassa Romagna che ha delineato strategie e obiettivi comuni attraverso un percorso di condivisione con tutti i portatori di interesse: organizzazioni economiche, rappresentanze sindacali, ordini e collegi professionali, mondo della scuola. Quello che vogliamo dare ai nostri cittadini è la sicurezza: non la “sicurezza” utilizzata come slogan per agitare la paura delle persone, ma un progetto ad ampio spettro che vuole garantire a tutti, a partire dalle fasce più deboli, la sicurezza di vivere in un territorio che garantisca qualità della vita, serenità, benessere economico e tenuta sociale. L'Unione dei Comuni deve rimanere infatti la base del nostro impegno".

 

"Bisogna migliorare la governance - aggiungono dal PD Bassa Romagna – rendendola maggiormente rappresentativa di tutte le realtà politiche presenti nei territori, migliorare l'organizzazione e la capacità dell'Unione di incidere sulle tematiche strategiche per lo sviluppo della Bassa Romagna; essere uniti significa aumentare il nostro peso politico nei tavoli di confronto con i livelli istituzionali superiori. Ma soprattutto bisogna rendere l'Unione sempre più vicina a ogni cittadino migliorando la prossimità delle risposte, garantendo un presidio territoriale costante e qualificato. Abbiamo lavorato su un documento, disponibile per chiunque vorrà e già parte integrante dei programmi dei singoli candidati sindaci della Bassa Romagna sostenuti dal Pd in cui abbiamo tracciato un insieme di tematiche prioritarie per la nostra proposta di governo territoriale: dobbiamo creare un territorio capace di essere sempre più attrattivo per le imprese, questo significa completare le infrastrutture e in particolare le strade su cui da tempo insistiamo e a cui si unisca anche un adeguamento della rete ferroviaria e della sua fruizione".

 

"Prioritaria - avanzano dal Coordinamento – sarà l'estensione della banda larga e una precisa politica sull'agroalimentare: la politica vincente deve essere quella di collegare meglio le aziende del nostro territorio a quelle dell’intero territorio romagnolo, creando una rete ben connessa sull’agroalimentare in modo tale da azzerare la competizione interna e creando una filiera compatta e forte che affronti il mercato internazionale. Per quanto riguarda la salute dobbiamo essere in grado di sostenere un cantiere per il nuovo Welfare con una costante discussione con la Regione e l'Ausl. Maggiori risorse economiche per mantenere gli elevati livelli di assistenza alle persone in difficoltà, dagli anziani ai disabili, maggiori investimenti sull'Ospedale di Lugo che non può e non deve perdere le proprie caratteristiche e deve anche per questo rimanere attrattivo per i professionisti che negli anni hanno condotto i reparti senza dimenticare il percorso iniziato con forza sulle Case della Salute".

 

"Molte sono le tematiche su cui in questi mesi come partito ci siamo soffermati,  concludono dal Coordinamento Pd Bassa Romagna - dall'assetto idrogeologico alla raccolta dei rifiuti, dalle politiche culturali alle politiche sportive fino al patto per la sicurezza: quello che vuole emergere è la volontà del Coordinamento del Partito Democratico della Bassa Romagna di correre insieme, uniti e coesi per aiutare lo sviluppo del territorio e attrarre nuove idee e competenze dal mondo politico e della società civile che ci sta attorno. Un programma condiviso ed inclusivo in grado di tradurre la pluralità che i candidati sindaci che sosteniamo sono in grado di rappresentare in un contesto di vera Unione che deve migliorare la vita quotidiana di ognuno di noi qui in Bassa Romagna".

2Commenti ...Commenta anche tu!

Commenti

Perché non vedi il tuo commento? Leggi le policy.

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Lugonotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@lugonotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

  • e meno male che ascoltano il territorio... che però è fatto di figli e figliastri

    07/04/2019 - giovanni

  • SI ASCOLTINO BENE TUTTI COLORO CHE HANNO PROPOSTE UTILI FATTE MOLTI ANNI ORSONO E MAI ASCOLTATE CON DISAGI QUINDI PER TUTTI IN TERMINI DI SALUTE ED ECONOMICI-CANDITATI AI CONSIGLI COMUNALI E SINDACI PER FAVORE ASCOLTINO.GRAZIE LUCIANO BARUZZI ORA A LUGO

    07/04/2019 - luciano baruzzi



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Meteo Lugo

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it