Venerdì 21 Giugno 2019

Indagine Unioncamere. Si rafforza la ripresa del settore costruzioni emiliano-romagnole

Mercoledì 6 Marzo 2019 - Lugo

Resi noti i risultati dell'indagine sulla congiuntura del settore nell'ultimo trimestre 2018

Unioncamere Emilia-Romagna ha reso noti i risultati dell'indagine sulla congiuntura delle costruzioni in Emilia-Romagna per quanto concerne l'ultimo trimestre 2018, rapportata alle piccole e medie imprese. Dall'indagine emerge che negli ultimi tre mesi del 2018 il volume d’affari sale del 2,0 per cento. L’accelerazione sul trimestre precedente è determinata dalle grandi imprese che invertono in positivo la tendenza, mentre si rafforza la crescita dell’attività delle medie e piccole.


Si allevia la contrazione della base imprenditoriale (-723 imprese, -1,1 per cento), la più contenuta variazione annuale dal 2012. L’anno si chiude con un aumento del volume d’affari dell’1,7 per cento, ben superiore al 2017.

Nel quarto trimestre 2018, con un’accelerazione della tendenza positiva è aumentato del 2,0 per cento il volume d’affari a prezzi correnti delle costruzioni emiliano-romagnole rispetto allo stesso periodo del precedente anno. Il settore mette a segno il settimo trimestre in positivo.

Sono questi i principali risultati dell’indagine sulla congiuntura delle costruzioni di Camere di commercio e Unioncamere Emilia-Romagna. L’accelerazione della ripresa è lieve per le piccole imprese, da 1 a 9 dipendenti (+1,9 per cento) e per le medie imprese da 10 a 49 dipendenti (+1,8 per cento), mentre le grandi imprese da 50 a 500 dipendenti invertono di nuovo e nettamente la tendenza crescendo del 2,6 per cento. L’anno 2018 si è chiuso con una buona crescita del volume d’affari rispetto al precedente (+1,7 per cento). Si tratta del quarto anno di crescita, che appare consolidarsi se la si confronta con il +0,5 per cento riferito al 2017.

Il Registro delle imprese. A fine anno, le imprese attive nelle costruzioni sono risultate 65.288. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente si sono ridotte dell’1,1 per cento (723 in meno), ma si tratta della più contenuta flessione annuale dal 2012. La riduzione è risultata più ampia nei lavori di costruzione specializzati (-460 unità, -0,9 per cento), ove si concentrano le imprese minori, e più rapida per le imprese operanti nella costruzione di edifici (-254 unità, -1,5 per cento). La diminuzione è determinata soprattutto dalle ditte individuali (975 unità, -2,1 per cento), quindi dalle società di persone (-3,3 per cento, -320 unità). Queste risentono negativamente dell’attrattività della normativa delle società a responsabilità limitata, che determina l’aumento delle società di capitali (+4,4 per cento, 544 unità), con un ritmo mai toccato dal 2010.

Anche i consorzi e le cooperative sono risultate in rapida flessione (-3,1 per cento).

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Meteo Lugo

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it