Venerdì 24 Maggio 2019

Rita Brignani: La Lega strumentalizza a scopi elettorali un episodio di cronaca

Sabato 12 Gennaio 2019 - Conselice

Leggiamo con stupore e rammarico le dichiarazioni rilasciate dalla candidata sindaco a Conselice per la Lega Eliana Panfiglio. Rammarico perché, pur se nello stile della forza politica che rappresenta, si è voluto strumentalizzare a scopi elettorali un episodio di cronaca. Stupore perché le affermazioni del Consigliere Panfiglio volutamente ignorano quanto approvato in termini di investimenti ed azioni, inerenti la sicurezza, dal Consiglio Comunale durante questa legislatura; investimenti ed azioni che in gran parte sono già stati realizzati o sono in fase di completamento. 

Esprimiamo solidarietà e vicinanza alla signora che ha subito il tentato scippo, ma non è competenza dell’Amministrazione Comunale intervenire sulle indagini in corso, ed è suo compito allertarsi affinché i cittadini vittime di reati pongano in essere ogni azione a tutela dei propri diritti, nel rispetto dell’eventuale richiesta di privacy di ciascuno. Come ripetuto dal Sindaco Pula, sia nelle assemblee pubbliche che hanno preceduto la seduta del Consiglio per l’approvazione del bilancio, sia su alcuni articoli apparsi sui quotidiani nelle scorse settimane, è prevista per i primi mesi del 2019 la realizzazione dei due impianti di videosorveglianza su Lavezzola (6 telecamere) e su San Patrizio (4 telecamere) che si vanno ad aggiungere all’impianto di Conselice (13 telecamere), realizzato nel 2017, per un ammontare complessivo di circa 70mila €.

Sono inoltre in fase di installazione 2 varchi, negli accessi di Lavezzola e San Patrizio, che funzioneranno come i «Targa system» già in dotazione agli agenti della Polizia municipale. Non rileveranno le velocità dei mezzi ma, grazie al collegamento diretto con la banca dati del ministero, controlleranno in diretta veicoli di passaggio: se il mezzo è stato rubato, se manca di revisione o se non è assicurato. La giunta dell’Unione ha già messo a bilancio 250mila euro, per un totale di 14 varchi posizionati nei 9 Comuni. Credo sia importante sottolineare che oltre all’attività di forza ausiliaria in materia di pubblica sicurezza i compiti della Polizia Municipale in materia di: Codice della Strada, Edilizia, Ambiente e Territorio, Commercio, Regolamenti comunali e Ordinanze locali, Anagrafe, Crediti locali sono definiti dalla legge quadro nazionale n. 65 del 7/3/1986 sull’ordinamento della Polizia Municipale stessa, ai sensi degli artt. 3 e 5, e non dal Sindaco.

Mentre sì, è compito del Sindaco, come di ogni singolo cittadino, mantenere alta la vigilanza sul pericolo di eventuali infiltrazioni mafiose, rafforzando ulteriormente la già efficace collaborazione con le Forze dell’Ordine e la Prefettura. È davvero ingeneroso scrivere di “ripristino della legalità” riferendosi ad un Sindaco, Paola Pula, che nel corso del suo mandato ha intensificato l'attenzione sul territorio oggetto di un numero importante di interdittive antimafia manifestando la richiesta per un uso sociale dei beni confiscati a una nota famiglia residente, qualora giunga a termine la confisca. Affermare che a Conselice c’è degrado ed insicurezza appare del tutto esagerato, ma dove vive la Consigliera Panfiglio? La rigenerazione urbana è, insieme alla sicurezza, l’elemento cardine dell’azione della Giunta Pula in questi anni.

Gli interventi di recupero degli edifici fulcro della nostra comunità - Municipio, Scuola Elementare e Materna, ex Coop a Conselice, Villa Verlicchi a Lavezzola, progetto partecipato "Rigenerazione urbana San Patrizio" – hanno lo scopo di renderli, riattivati e integrati all’interno delle reti e dei servizi urbani, elementi attivi di una rete di nuove relazioni, strumento essenziale per contrastare possibili fenomeni di degrado. Infine, pur non avendo chiaro l’abbinamento tra il fatto di cronaca citato nell’articolo con l’applicazione del decreto sicurezza, che oltre il nome non ha nulla a che spartire con il concetto di sicurezza, mi sento di esprimere una forte preoccupazione per i danni ed il caos che la non accoglienza strutturata causerà nei territori.

Lo faccio in virtù di questi 5 anni in cui come capogruppo, assieme a tutti i colleghi degli altri Comuni, ho potuto verificare periodicamente e puntualmente, il grande e puntiglioso lavoro fatto dalla direttrice dell’ASP, dalla Sindaca Proni e dai tecnici dell’Unione in tema di gestione dei migranti, che ha garantito un flusso controllato, organizzato, e, soprattutto, al riparo da speculazioni economiche dei richiedenti asilo all’interno dei comuni della Bassa Romagna.

 

Rita Brignani

Capogruppo “Cambiamo davvero! Paola Pula Sindaco”

Segretaria PD Conselice 

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Meteo Lugo

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it