Domenica 24 Marzo 2019

Mostra Max Klinger. A Bagnacavallo una serata speciale dedicata all'artista in vista della chiusura

Giovedì 10 Gennaio 2019 - Bagnacavallo

Venerdì 11 gennaio, in vista della conclusione della mostra Max Klinger. Inconscio, mito e passioni alle origini del destino dell’uomo, prevista per domenica 13 gennaio, il Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo dedicherà una serata speciale all’artista tedesco.

 

La serata prenderà il via alle 21 con una conversazione, intitolata I domini misteriosi del mondo, assieme ai curatori della mostra Diego Galizzi, direttore del Museo delle Cappuccine, e Patrizia Foglia, storica dell’arte. La costante tensione tra mondi interiori e realtà quotidiana presente nelle opere di Klinger e l’attenzione continua a quella che l’artista chiama “la metà oscura del mondo” sarà il tema centrale della conversazione. Seguirà un intrattenimento musicale, in collaborazione con Emilia Romagna Concerti, con la chitarra di Mattia Masini, giovane musicista di talento capace di spaziare con  disinvoltura tra repertori classici e contemporaneità. In occasione dell'evento, gratuito, la mostra sarà visitabile fino alle 23.30.


La mostra Max Klinger. Inconscio, mito e passioni alle origini del destino dell’uomo è patrocinata dall’Istituto Beni Culturali dell’Emilia-Romagna e realizzata con il contributo di Edison Stoccaggio e la collaborazione di Publimedia Italia. Provenienti da prestigiose collezioni italiane, in mostra sono esposti undici dei quattordici cicli grafici realizzati da Klinger nel corso della sua carriera, per un totale di circa 150 opere.

 

Orari ordinari di apertura: venerdì, sabato e domenica: 10-12 e 15-19.
Ingresso gratuito.

 

Il Museo Civico delle Cappuccine è in via Vittorio Veneto 1/a.

 

Per informazioni:
0545 280911
centroculturale@comune.bagnacavallo.ra.it
www.museocivicobagnacavallo.it

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Meteo Lugo

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it