Venerdì 24 Maggio 2019

SULPL: Alcune precisazioni dal sindacato della Polizia Locale sul lavoro degli agenti della Bassa

Lunedì 24 Dicembre 2018 - Bassa Romagna

La scrivente Organizzazione Sindacale, in merito alle notizie diffuse da rappresentanti dell’Amministrazione dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna nei giorni scorsi, intende precisare alcune cose anche segnalando affermazioni non corrispondenti al vero. E’ da diverso tempo che le problematiche della Polizia L ocale dell’Unione erano state segnalate sia all'attenzione dell'Amministrazione sia a quella del Comando e che le stesse riguardano anche il tema della sicurezza degli operatori in servizio che indirettamente poi si ripercuote nella sicurezza dei cittadini.

 

Per quanto riguarda il presidio del territorio, non corrisponde al vero che l'organizzazione attuale del Comando garantisce 2 pattuglie serali per 365 giorni l'anno, ad esempio nei 24 giorni di dicembre 2018, solo 17 giorni hanno visto 2 pattuglie serali mentre gli altri 7 ne hanno avuta 1 solamente.

 

Il personale è sottorganico di almeno 20 unità rispetto a quello previsto dalla Legge Regionale 24/2003, inoltre viene spesso impiegato in compiti non propri della Polizia Locale (c.d. demansionamento) come ad esempio le notifiche di atti non propri del Corpo e non ordinati dalla competente Autorità Giudiziaria, distogliendo così gli agenti dai servizi previsti per gli operatori di polizia locale.

 

Le pattuglie congiunte tra i vari Presidi, a differenza da quanto affermato dal rappresentante dell’Amministrazione e delegato alla sicurezza, purtroppo non sono state create per evitare che gli agenti debbano operare da soli (tant'è che svolgono ugualmente servizi in solitaria) ma perché diversamente la carenza di organico non permetterebbe di garantire i servizi minimi previsti sul territorio dei vari Comuni nell'arco dei tre turni.

 

Fra le varie problematiche da tempo segnalate, ma che a tutt'oggi restano irrisolte anche se smentite dall’Organo Politico, rimane quella di avere agenti in servizio da soli sul territorio. Come può l'operatore di polizia locale garantire sicurezza e supporto al cittadino, quando è lui il primo ad essere in pericolo essendo solo sul territorio?!

 

I nuclei specialistici interni al Corpo erano già stati creati all'atto di costituzione dell'Unione e non dal 2015 come affermato il rappresentante dell’Ente. Per quanto riguarda gli autovelox, i nove Sindaci dell'unione hanno scelto di favorire la prevenzione e non la repressione non utilizzando autovelox, ma a fronte del non utilizzo degli autovelox vengono invece effettuati, quasi se non quotidianamente, servizi di telelaser direttamente gestiti dagli agenti sulla strada. Quindi la repressione c'è ugualmente!!!

 

Oltretutto in questo modo viene distolto personale che potrebbe invece essere prontamente reperibile per le segnalazioni urgenti e per la sicurezza e l’incolumità del cittadino. Preme far rilevare che Questa O.S. è giunta a dichiarare lo “stato di agitazione”, in quanto nei tavoli di confronto specifici sulle problematiche della Polizia Locale dell’Unione erano evidenziate da tempo numerose problematiche sempre irrisolte, nonché recentemente si è aggiunta anche l'applicazione della nuova indennità Contrattuale definita “di servizio esterno”, ma sia dell'Amministrazione che il Comando non hanno mai evidenziato la volontà di raggiungere un accordo finalizzato a garantire un miglior benessere lavorativo, una migliore organizzazione e gestione del Comando che porterebbe inevitabilmente ad un servizio qualitativamente migliore per il cittadino e per la sua sicurezza.

 

Il Segretario Provinciale Sergio Menegatti

3Commenti ...Commenta anche tu!

Commenti

Perché non vedi il tuo commento? Leggi le policy.

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Lugonotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@lugonotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

  • Prendendo atto che il SULPL si erge a megafono del movimento 5s, confermo integralmente quanto da me scritto sabato scorso in risposta ad uno strumentale comunicato del movimento 5s appunto, compreso il fatto che la PROGRAMMAZIONE dei servizi contempla sempre due pattuglie serali, fatto non confutabile da alcuno.

    24/12/2018 - Daniele Bassi

  • Mi rivolgo agli amministratori del territorio, la percezione di sicurezza con gli autovelox o quant'altro risulta ai cittadini poco credibile ,mi chiedo perché non ascoltare mai sia gli addetti ai lavori sia chi su questo territorio deve viverci, a volte mettersi nei panni altrui porta buon senso.

    26/12/2018 - Anna

  • Per gli amministratori : le finte verità che raccontate vanno bene per la vostra campagna elettorale permanente , esse non vanno bene per risolvere i problemi; eccone una prova.

    27/12/2018 - Secondo



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Meteo Lugo

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it