Martedì 26 Marzo 2019

Consiglieri di minoranza Consulta Lugo Sud: Continuiamo a non venire ascoltati e coinvolti

Sabato 17 Novembre 2018 - Lugo

Fin dalle prime azioni, questa giunta Ranalli si è contraddistinta per il chiaro intento di rendere sempre meno partecipe e più marginale il ruolo delle consulte di quartiere al processo decisionale dei progetti della città.

 

Per decenni la Consulta Lugo Sud ha sempre agito in assoluta trasparenza coi cittadini, coinvolgendo tutti gli abitanti tramite assemblee periodiche e volantinaggio capillare, per aggiornare gli abitanti sui problemi e progetti in atto. Anche quando si trattava di iniziative private di lottizzazioni o di progetti pubblici ci si riuniva e si discuteva approfondendo tutti i vari punti di vista. A volte sono stati proposti miglioramenti e suggerimenti, accolti spesso positivamente dalle controparti.

 

Abbiamo ascoltato i cittadini in maniera democratica, le loro istanze, portato suggerimenti, dibattiti costruttivi a progetti che sarebbero maturati nel nostro tessuto di quartiere. Ogni gesto, progetto e intervento ha portato modifiche sostanziali al nostro vivere quotidiano nel bene e nel male; ma l’atteggiamento è sempre stato di apertura verso il nuovo e la trasformazione sostenibile del territorio.

 

Ciò che è avvenuto ieri sera in consiglio comunale e che avverrà lunedì sera al Maracanà durante la presentazione è davvero singolare. Dopo anni di articoli sui media, colloqui, interviste, riunioni con le organizzazioni di categoria, siamo giunti alla fase finaledel progetto della riqualificazione urbanistica di una delle più grandi aree dismesse del quartiere. Per mesi il Sig. Sindaco ha posticipato un incontro di presentazione del progetto in Consulta, rimandandolo di mese in mese. Oggi l’iter di approvazione è terminato e l’immobiliare Stuoie potrà intervenire nel quartiere con un progetto commerciale molto importante.

 

Sappiamo per certo che il Sindaco in tutti questi anni ha accompagnato tutto questo processo in maniera maniacale, interloquendo settimanalmente con tutti i business partner e lo studio di progettazione. Suggerendo modifiche e cercando compromessi tra gli interessi pubblici e l’investitore privato (Conad). A tutt’oggi, nonostante le continue richieste delle parti politiche di opposizione, non è stato possibile entrare in possesso dell’accordi di programma che lega l’investitore privato al comune, all’ASL e a tutti gli enti coinvolti.

 

Solo il 9 novembre scorso, a seguito di interpellanze e una interrogazione urgente, le opposizioni consiliari, sono entrate in possesso della documentazione dovuta, mentre ai consiglieri di Consulta del Quartiere, non è stato riservato nulla.

 

Sarebbe stato fondamentale per i cittadini conoscere gli intenti e poter portare anche il punto di vista dei cittadini in questo processo progettuale e decisivo. Si tratta di un intervento che modificherà sostanzialmente una parte del quartiere Lugo Sud e visti i servizi che verranno inseriti in quell’area, porterà sicuramente utenti e traffico anche da zone limitrofe al quartiere. Questo progetto quindi se non avrà una viabilità ben organizzata e ponderata sarà un vero problema per gli abitanti. Ci si aspetta da decenni un sottopasso in viale Masi-Via Piano Caricatore per snellire e velocizzare l’accesso al centro città di questa porzione di territorio con il resto dei servizi e della città. Oggi quello che sappiamo per certo è che l’intervento Conad verrà fatto e che sicuramente i disagi per i cittadini arriveranno sin dal primo giorno di apertura poiché l’intervento del privato è sicuro, mentre l’intervento del pubblico è molto meno certo e sicuro viste le ristrettezze di bilancio e il progetto dell’opera del sottopasso ancora vago e poco chiaro.

 

Per tutti questi motivi la Consulta Lugo Sud ed in particolare i Consiglieri di minoranza in seno alla consulta Lugo Sud, Andrea Staffa, Viviana Ciani, Claudio De Cesare, Paolo Tasselli, sono molto irritati da questo modus operandi che da 4 anni contraddistingue questa Giunta. Ci chiediamo quindi che ruolo abbiamo all’interno del processo decisionale della città e che senso abbia ancora la nostra presenza all’interno della Consulta di quartiere quando tutte le decisioni più profonde ed importanti avvengono nelle segrete stanze del Comune e ratificate dal Consiglio Comunale senza i pareri delle Consulte interessate e spesso senza una preventiva visione di tutta la documentazione necessaria per una votazione trasparente e un analisi completa.

 

Una visione tutta singolare di democrazia partecipata e di ascolto. Desideriamo che gli interventi di messa in sicurezza della viabilità (sottopasso e sovrappasso) tanto decantati a parole, abbiano un’effettiva rispondenza, concretezza e copertura finanziaria in ogni atto inerente a questo progetto.

 

I consiglieri di minoranza della Consulta Lugo Sud (Per la Buona Politica, M5S, Forza Italia)

2Commenti ...Commenta anche tu!

Commenti

Perché non vedi il tuo commento? Leggi le policy.

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Lugonotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@lugonotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

  • qualcosa mi dice che ci avviciniamo alle elezioni la strumentalizzazione per accaparrarsi il potere è in atto, i lughesi capiranno che stanno per essere turlupinati?

    18/11/2018 - adreana

  • Concordo con le critiche avanzate alla Giunta comunale sulla mancanza di trasparenza nelle scelte strategiche e il disinteresse sulla funzione delle consulte,dopo aver sbandierato in campagna elettorale il loro coinvolgimento,lo slogan attuale è non disturbare il manovratore,esiste comunque un regolamento e uno statuto che impongono il parere obbligatorio anche se non vincolanti tutti gli atti di bilancio e piani urbanistici art.11 e 12 delle circoscrizioni è sufficiente impugnarli in consiglio Comunale per rinviare l'atto chiedendo il rispetto delle regole. Buon lavoro.

    18/11/2018 - Il rosso



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Meteo Lugo

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it