Giovedì 19 Ottobre 2017

Danni maltempo 10 agosto 2017 / Danni in tutta la provincia di Ravenna, situazione sotto controllo

Venerdì 11 Agosto 2017

Come riportato da Ansa e anche in un comunicato del Comune di Ravenna nel pomeriggio di ieri un nubifragio con venti che hanno superato in alcuni punti i 100 chilometri orari si è abbattuto sulla provincia di Ravenna. Tutto è durato 10-15 minuti durante i quali alcune strade, come il tratto più a nord della Romea fino ai lidi ferraresi e Mesola, sono state bloccate da alberi caduti o allagate. Sulla statale Romea la situazione è tornata alla normalità verso le 19.

Problemi anche per strade come la Ravegnana in zona Coccolia o la Reale in area Santerno. In alcune località della Bassa Romagna, quelle alimentate dalle cabine “Porto” e “Baiona, si è registrato un black-out. Nella frazione ravennate di Santo Stefano una pianta è stata sradicata abbattendo un lampione. Mentre in quella di Fornace Zarattini il tetto del Circolo Endas ha subito ingenti danni.

Diversi anche i cassonetti rovesciati in tutta la provincia e le auto danneggiate o le ciclabili ostruite dal crollo di alberi o rami. Nella sola Ravenna, sono stati almeno 15 gli alberi caduti, ad esempio in via delle Industrie - rotonda cimitero, sulla statale 16 a Camerlona, in via Cavedalone a Santo Stefano, alla rotonda dei Portuali, in viale Randi/Cassino, a Casalborsetti in zona campeggi, in via Giannello a Fornace Zarattini.

Le strutture di Protezione civile e gli uffici comunali preposti, in collaborazione e in contatto con Prefettura, Vigili del fuoco e tutte le forze di polizia, hanno continuato a monitorare la situazione fino a quando le criticità sono state risolte.

 

Se non riesci a visualizzare la galleria fotografica vai al nostro album su Flickr: https://www.flickr.com/photos/ravennanotizie/albums/72157684916431073

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Meteo Lugo

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it