Sabato 19 Agosto 2017

Area ex acetificio di Lugo: per Confcommercio sarà un vero e proprio centro commerciale

Mercoledì 19 Aprile 2017 - Lugo
L'area di influenza dell'Ex Acetificio nel progetto della società

“C'è chi vuole minimizzare, fra questi la stessa amministrazione comunale lughese, definendo l'intervento che si profila nell'area ex Acetificio Venturi "non la realizzazione di un centro commerciale, tantomeno di una galleria bensì di una modesta struttura alimentare e di altri tre negozi". Non nascondiamo al riguardo le nostre perplessità perchè questo atteggiamento non quadra proprio con i dati forniti dalla stessa società che ha predisposto il progetto”. Inizia così una nuova nota del Presidente di Confcommercio Ascom Lugo Fausto Mazzotti in merito alla ipotesi di ristrutturazione dell’area ex Acetificio Venturi a Lugo.


“Ci rendiamo conto - continua il presidente - che non molti possono aver letto l’ampia, dettagliata documentazione prodotta dalla società privata interessata alla possibile realizzazione, ma è proprio lì che sta scritto che la “superficie di vendita individuata definisce una media struttura commerciale configurata come Centro Commerciale…la galleria di accesso sarà coperta, climatizzata e ospiterà l’ingresso e l’uscita per il supermercato e per le altre strutture commerciali” come si legge nel paragrafo 5 della relazione illustrativa”.

“Se ciò non bastasse - aggiunge -, questi dati sono poi utilmente corroborati dalla stima dei flussi di traffico, peraltro sottodimensionati, quando a pagina 15 della relazione trasportistica della società che propone l’intervento si legge che l’attrattività di traffico del nuovo centro commerciale verrebbe “per il 66% dall’agglomerato di Lugo, 12% da Cotignola e Faenza, 8% da Bagnacavallo, 9,5% da Massa Lombarda, Sant’Agata e Conselice, 2,5% Fusignano e 2% Solarolo”. Diciamo che è lampante che questo non è un supermercato di quartiere, visto che oltre il 34% dell’utenza è stimato provenire da Comuni diversi, alcuni dei quali esterni addirittura alla Bassa Romagna, e continuare ad affermare che questo serve a dare risposta alle esigenze di un quartiere di Lugo cozza contro la realtà”.

“Citiamo, infine, altri tre soli dati, che rendono ulteriormente conto del fatto che si tratta di un intervento tutt’altro che modesto - precisa Mazzotti -: il costo complessivo dell’intervento è stimato in oltre 20 milioni di euro, la superficie del supermercato alimentare varrebbe da sola il 7,8% della superficie di vendita complessiva alimentare di tutta l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, e ogni giorno il centro – anche se sono dati che abbiamo contestato perché ritenuti troppo bassi – attrarrebbe, sempre secondo gli estensori del progetto, in un giorno feriale medio, ben 4384 spostamenti giornalieri”.

“A noi pare – è la conclusione del Presidente Mazzotti – che questo sia sufficiente a dimostrare che il progetto presentato mostra evidenti criticità che devono essere mitigate e corrette. E agli abitanti di Lugo sud diciamo che siamo con loro a chiedere la riqualificazione dell’area, con un supermercato di quartiere, una farmacia, la casa della salute, ma senza quel centro commerciale che renderebbe invivibile la zona e che contribuirebbe alla desertificazione commerciale di altri territori e dello stesso centro di Lugo”.

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Meteo Lugo

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it