Lunedì 23 Ottobre 2017

Disfida del Cappelletto di Slow Food: vince l'Osteria del Tempo Perso di Ravenna

Martedì 25 Ottobre 2016

GiovinBacco in Piazza 2016 ha avuto una piacevole appendice ieri, lunedì 24 ottobre, con un doppio appuntamento. Alle 17 si è tenuto l'incontro con Licia Granello presso il Ristorante Caffè Due Dame in Piazza del Popolo a Ravenna. Manuel Poletti, direttore di SetteSereQui ha intervistato la giornalista di Repubblica e autrice del libro “I sapori d’Italia dalla A alla Z”. In sala anche il calciatore Eraldo Pecci e l'allenatore Alberto Zaccheroni, amici di Licia Granello e invitati alla successiva Disfida del Cappelletto di Slow Food.

 

Con Licia Granello si è parlato di tante cose, della Guida Michelin con le sue stelle e della Guida Espresso con i suoi cappelli, della cucina del nord Italia e di quella del Sud spaziando dal Ristorante Il Cambio di Torino al Don Alfonso 1890 di Sant'Agata sui Due Golfi. Si è parlato di grandi cuochi come Massimo Bottura e Mauro Uliassi, come Gennaro Esposito e Carlo Cracco. Si è parlato di amaro e piccante, di dolce e salato, di sale, zucchero e wasabi, di Europa e Giappone, di cucina della tradizione e di quella dell'innovazione, citando anche alcune eccellenze romagnole come quelle di Cesenatico da dove viene Alberto Zaccheroni. Il figlio, fra l'altro, opera nel settore della ristorazione e della balneazione ed era presente a GiovinBacco con la sua eccellente piadina di Cesenatico.

 

In serata, poi, una gustosa appendice gastronomica. Dopo le disfide del brodetto e l'omaggio al brodetto, quest'anno GiovinBacco ha chiuso con la Disfida del Cappelletto di Slow Food, che si è tenuta alle ore 20.30 presso il Ristorante Osteria I Passatelli 1962 del Mariani - in via Ponte Marino - a Ravenna. I vincitori delle varie edizioni della Disfida del Cappelletto si sono incontrati per stabilire qual è il miglior cappelletto della Romagna tra i 49 ristoranti che hanno partecipato alle sette sfide precedenti. I contendenti erano: Hostaria 900 Imola; Osteria del Tempo Perso Ravenna; Ristorante Radicchio Rosso Ravenna; Osteria di Dù Cantòn Camerlona; Ristorante Molinetto Punta Marina Terme; Ristorante La Mascotte Russi.

 

La giuria era composta da 20 assaggiatori, fra cui Licia Granello, Eraldo Pecci, Alberto Zaccheroni, Massimo Cameliani, Giacomo Costantini, Nevio Ronconi, Mauro Zanarini, Graziano Pozzetto, Italo Graziani, Rudy Gatta. Ha vinto la disfida l'Osteria del Tempo Perso di Ravenna che si è aggiudicata la zuppiera in ceramica della Bottega Lega di Faenza su disegno di Tonino Guerra.

 

Durante la serata è stato consegnato É bdòcc d'ör, “il pidocchio o cozza d’oro”, un riconoscimento assegnato da GiovinBacco ogni anno al personaggio che ha saputo valorizzare il territorio, la cucina e i prodotti d’eccellenza della Romagna. Quest’anno il riconoscimento è andato a Italo Graziani, animatore dell’associazione Il Lavoro dei Contadini

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Meteo Lugo

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it